Blog

Correrai sempre più veloce della Luce?

Da piccolo immaginavi ad occhi aperti ciò che avresti voluto essere da grande. E quel tempo sembrava non arrivasse mai.

Aspiravi all’indipendenza e vedevi carrellate di infinite possibilità che viaggiano tra il reale e non.

Da adulto però sei balzato nel loop della quotidianità, dei ruoli sociali, delle responsabilità che negli anni hai assunto, di schemi che spesso non hai scelto ma subito, per accondiscenza o perchè non si poteva fare altrimenti.

E così ti senti che non ci sono più altre strade, se non quel sentiero che stai percorrendo. Infinita tristezza scorre nelle vene, perché hai deluso quel bambino o quella bambina che eri, crescendo.

Perché lui o lei sorridevano sempre, si affascinavano davanti ai piccoli gesti, avevano gli occhi grandi per vedere tutte le bellezze del mondo.

E non importava se gli adulti facessero la voce grossa o se vi fossero momenti non comprensibili; la speranza e la gioia vincevano sempre su tutto.

Come puoi ritrovare quel mondo, quel tuo mondo che ti rappresenta?

Ti anticipo che non è un percorso facile, e spesso cercherai di mollare, in quanto stare in superficie non porta una grande fatica. La zona di confort è quella conosciuta e uscire dai suoi confini può fare scaturire molte paure.

Ma è anche vero che andando oltre ai tuoi limiti, rispettando tempi, alti e bassi, e sviluppando tanta pazienza, potrai ritrovare il tuo centro e cominciare a vivere per te stesso.

Dovrai togliere tanta polvere, soprattutto quella che annebbia la tua mente, fare pulizia di tutto ciò che non ti fa stare bene e cominciare ad ascoltare di più il tuo cuore, la tua vocazione, e fidarti di ciò che senti.

Puoi trovare mille modi per entrare più in sintonia con te stesso.

Per prima cosa dovrai iniziare a trovare il tuo centro. Prenderti dei momenti ogni giorno in cui fare qualcosa che ti piace (scrivere, ascoltare musica, cantare, ballare, meditare, …). Qualsiasi cosa, anche la più semplice, ma che ti alleggerisca dai fardelli che porti addosso.

Qualcosa che può fare da solo, con e per te stesso!

Svuota tutto ciò che non ci sta più nella tua mente, nel tuo corpo, ritrova i bei pensieri, solleva la tua Anima, guarda ciò che hai realizzato, la persona che sei diventato nonostante tutte le difficoltà a cui la vita ti ha sottoposto.

Sai perché sei riuscito a fare ogni più piccolo passo che ti ha portato fino a qua? Con l’Amore che portavi dentro di te, con i sogni e le speranze che animavano ciò che sentivi.

Quel desiderio di essere migliore, di poter credere ancora che esistano infinite vie da percorrere e da scoprire, non è perso, ma va solo ritrovato e ascoltato. Perché nel frattempo si è arricchito o si è trasformato (non stravolto, ma trasformato), e bussa continuamente alle porte del tuo cuore, aspettando che tu le apra con gli stessi occhi della meraviglia con cui lo guardavi da bambino.

E come diventeranno le altre relazioni quando inizierai a fare ciò? C’è chi si allontanerà, c’è chi si avvicinerà, c’è chi non capirà.

Perchè vedere la serenità e la gioia negli occhi di una persona è qualcosa che affascina e spaventa insieme, soprattutto quando si crea una identità solida e determinata.

Ma in fondo, non ti interesserà avere o meno l’approvazione degli altri.

Non sei più quell’essere indifeso che a volte cercava disperatamente amore o mendicava attenzioni. Ora sei cresciuto e sai proteggerci e puoi decidere, lasciando inoltre una impronta in questo mondo.

E il tuo o la tua partner faranno come gli altri, ma se sarete bravi ad equilibrare il vostro senso di libertà come esseri ed individui unici, senza negare all’altro/a la possibilità di esprimersi, allora avrete trovato non un ragazzo/a, o un/a marito/moglie, ma un compagno di Vita, che non vi limiterà e voi non limiterete lui.

E se non l’avete ancora trovato o trovata, arriverà, come tutte le cose belle e spontanee, quando meno te lo aspetti!

Un abbraccio di Luce, Elena