emozioni

L’Insoddisfazione da cosa nasce?

Foto faithit.com

Oggi desidero parlare di un aspetto di noi sul quale di rado ci soffermiamo a riflettere.

Spesso ci si lamenta della propria relazione, dell’ambiente lavorativo, della famiglia, degli amici ecc.

Magari sembra differente la forma, l’aspetto, il momento, ma nel profondo questa tematica ci accomuna gli uni agli altri.

Se ci fermiamo a pensare, che cosa ci vuole comunicare l’insoddisfazione?

Foto di success.com

Ci sono mille punti di vista, simboli, modi di rispondere. Io vi parlerò del mio punto di vista, almeno per quanto mi è concesso sentire e vedere.

Penso che l’insoddisfazione, come sentimento, ci voglia comunicare che c’è un aspetto di noi che non viene ascoltato. Qualcosa di profondo, non di superficiale.

Ecco perché si manifesta continuamente, bussa alle nostre porte, richiama l’attenzione.

In un mondo come quello in che viviamo oggi, molto veloce, immediato, pieno di immagini, stimoli, cambiamenti,… c’è una parte di noi che vuole stare al passo, non scendere mai da quel treno in velocità (il nostro Ego), una altra parte invece ci chiede di rallentare, di nutrirci, di divertirci, di staccarci un po’ da quella parte razionale e immediata per riuscire a prendere contatto con una parte più profonda (la nostra Anima).

Se il nostro Ego è la struttura, la nostra Anima è il contenuto, l’invisibile che possiamo rendere visibile, custode della nostra Essenza e Unicità.

Spesso soffriamo perché non ci viene dato spazio o meglio non ce lo concediamo.

E’ un lungo percorso quello di imparare a conoscerci e a riconoscerci.

E abbiamo a disposizione una Vita, lunga o corta che sia, fatta di istanti, di ore e di giorno dopo giorno.

Immaginate che in una città molto caotica ci sia una persona che desidera attirare la vostra attenzione. Parla, ma non la sentite. Allora alza il tono della voce, ma ancora non riesce a raggiungervi. A questo punto comincia a urlare, senza fermarsi finché voi vi destate.

Così è l’Anima. Instancabile, dolce e premurosa, determinata, utilizza l’insoddisfazione per arrivare a voi.

E non è che una volta ascoltata, di rimbalzo avrete svelato il segreto della felicità.

L’Anima tornerà a bussare o a urlare al vostro cuore, ogni qual volta vi staccherete dalla vostra più profonda verità.

Ci sono tanti modi per imparare a fermarsi, ascoltarsi, e riprendere contatto con sé stessi riuscendo poi a trasformare tutta questa energia bloccata in nuova e rinnovata energia.

La fonte di tutto è dentro di noi, e per me è il ♥

Quindi, se volete un consiglio, non respingere l’insoddisfazione quando arriva. Ringraziatela, ascoltatela, cominciate a farvi domande anche scomode e attendete risposte sincere.

Ciò che emergerà sarà la vostra personale Verità e diventerà la vostra Guida interiore.

Un abbraccio di Luce,

Elena