Arteterapia

L’Arteterapia con gli anziani

“La vera sfida nel lavoro con gli anziani è quella di ridare un nuovo significato alla vita attraverso le dimensioni psichiche fondamentali di: • tempo • spazio • corporeità • relazioni
che la drammaticità degli eventi e lo scorrere lento e monotono della quotidianità tendono a svuotare, a rendere prive di significato.”
Gaspari, 2006

La psichiatria geriatrica è un settore in crescita in quanto la popolazione anziana è in continuo aumento.
I disturbi mentali negli anziani annoverano tutti i disturbi ritrovabili nei giovani adulti e ad essi si sommano i disturbi tipici dell’età senile, quali le demenze. La demenza è “una compromissione stabile delle funzioni cerebrali superiori acquisite ed esclude tutti gli stati di insufficienza mentale transitoria o secondaria a sviluppo deficitario. Il concetto di demenza implica un’incapacità da parte dell’individuo affetto di rispondere alle proprie esigenze quotidiane. A essa si associano deficit cognitivi misurabili, alterazioni dello stato emozionale e disturbi comportamentali. (Dizionario di Medicina, 2010)”, quali possono essere: agitazione, irrequietezza, vagabondaggio, rabbia, violenza, tendenza ad urlare, disinibizione, disturbi del sonno e deliri. Negli anziani poi bisogna anche considerare che vi può essere la con-presenza di diverse malattie mediche croniche e quindi l’uso di più farmaci.

Penso che l’Artetepia possa essere una azione di aiuto per l’anziano, per poter recuperare pian piano consapevolezza di sé, relazionarsi con un gruppo (valenza sociale), per contrastare situazioni di emarginazione, di solitudine, di perdita di relazioni affettive che portano ad un “lasciarsi vivere”.

Se siete interessati a far partire un percorso di arteterapia presso la vostra sede, contattatemi per ulteriori informazioni.

Un caro saluto ai dolci “vecchietti” e all’affetto che mi hanno donato.

Elena